E’ il periodo delle diete LAMPO

Stiamo arrivando alla prova costume ed immancabilmente , giornali, tv, internet e chi più ne ha più ne metta, stanno proponendo infiniti rimedi dell’ultimo minuto per essere in perfetta forma.

Anche se finalmente una sana educazione alimentare sta prendendo piede, in questi mesi, la tentazione è troppo forte e molti cadono nel tranello della dieta all’ ultima moda rischiando sulla propria salute.

Vediamo insieme le ultime proposte in fatto di dieta lampo:

Dieta Mono-alimento: è composta da un solo e unico alimento a volontà: solo minestrone, solo banane, solo pompelmi …
E’ una dieta dannosa perché molto sbilanciata, che può portare a carenze anche importanti, soprattutto se protratta nel tempo.

Dieta Macrobiotica: è composta da cereali integrali e ortaggi (non sottoposti a raffinazioni industriali e privi di additivi chimici) come: riso, avena, segale, grano saraceno, zuppe di verdure, verdure di stagione fresche, cotte o crude, legumi in più è consentita una quantità limitata di: latte, latticini, uova e pesce.
I cibi possono essere insaporiti solo con: sale marino integrale, olio di semi vari, olio di oliva spremuto a freddo. Non è una dieta particolarmente dannosa per la salute, anzi, colesterolo e apparato cardio vascolare, ne hanno giovamento.

Dieta dei 6 pasti al giorno: i pasti, piccoli e frequenti, aiutano a tenere attivo il metabolismo. Ogni pasto deve contenere pane, pasta o riso, carne, pesce o latticini, frutta e verdura. Perfettamente bilanciato, ma il problema diventa il conto calorico, con così tanti pasti le porzioni devono essere estremamente ridotte per non avere un super conto calorico.

Dieta Tisanoreica: conosciuta da molti perché ampiamente pubblicizzata in tv. E’ una dieta molto sbilanciata dalla parte delle proteine, che porta ad una reale perdita di peso che però è difficilissimo da mantenere. Per evitare l’effetto yo-yo, sarebbe necessario reintegrare i vari alimenti con moltissima calma, ma generalmente a questo punto i kg sono quasi tutti tornati al loro posto precedente.

Dieta Zona: si basa su uno schema preciso, ad ogni pasto il 40% delle calorie deve derivare dai carboidrati; il 30% dai grassi; il 30% dalle proteine, una dieta sana ne consiglia molte meno.
Altro aspetto fondamentale è quello di limitare/ evitare gli alimenti con un alto indice glicemico, come: farine raffinate, riso, pane, pasta, dolciumi, mais, patate. Si possono mangiare carne, pesce, latticini magri, uova e frutta secca. Il secondo problema, oltre alla forte presenza proteica, è la totale mancanza di carboidrati complessi come pane pasta, in questo modo c’è il rischio di bruciare i grassi velocemente a discapito della massa magra.

Dieta Dukan: assicura una veloce perdita di peso, ma i rischi per la salute sono tali da aver portato il suo inventore ad essere radiato dall’ albo.
Questo regime alimentare consta di 4 fasi: attacco, crociera, consolidamento e stabilizzazione. E’ una dieta iperproteica, povera di fibre, carboidrati, vitamine e minerali. Porta un’immediata perdita di peso che generalmente viene ripreso immediatamente, oltretutto è pericolosa per chi ha problemi di colesterolo e reni, in ultimo provoca stipsi.

Dieta Scarsdale: ideata da un medico americano già una trentina di anni fa, ma rispolverata ad ogni primavera. Questo regime alimentare elimina completamente zuccheri e grassi, aumentando l’assunzione di proteine. Come nella dieta proteica, il corpo attinge alle riserve di grasso per produrre gli zuccheri che gli sono necessari, portando ad un dimagrimento che può essere fino a dieci chili in due settimane. Le mancanze di tale regime alimentare sono due: troppo pochi carboidrati e troppo basso apporto calorico (800-1200 Kcal al giorno).

– Dieta Dissociata: in voga da anni ma dura a morire, prevede: a pranzo solo carboidrati e a cena solo proteine. Con gli inevitabili picchi glicemici a pranzo e una fame mortale a cena. Difficile da protrarre nel rempo e dannosa per la salute.

– Dieta del Sondino: per chi non riesce a limitarsi nel cibo, meglio toglierselo proprio dalla mente. Consiste in un tubo inserito nel naso che regola da solo le quantità di cibo assunte. Dieta ferrea e niente sgarri. Ovvio che non si impari a nutrirsi e per cui nel tempo si torni alle cattive abitudini del passato, riprendendo i kg persi …con gli interessi. Inoltre il risultato è una sotto nutrizione, con perdita di massa muscolare.

– Dieta del gruppo sanguigno: si basa sulla convinzione che ogni gruppo sanguigno (0, A, B e AB) abbia un rapporto privilegiato con determinati alimenti, ad esempio:
– gruppo 0: molta carne e pochi latticini e cereali.
– gruppo A: soprattutto proteine vegetali.
– gruppo B: pesce, verdure e cereali;
– gruppo AB, a metà tra il gruppo A e quello B, necessita di una dieta equilibrata.
Il tutto senza considerare i fabbisogni personali, gusti e particolari esigenze.

Dieta del digiuno intermittente: consiste nel mangiare regolarmente per 5 giorni consecutivi intervallandoli con 2 giorni la settimana di quasi digiuno, cioè di massimo 500 Kcal per le donne e &00 Kcal per gli uomini, divise in 2 soli pasti, colazione e cena. Questi mini pasti saranno composti da piccole porzioni di: sode e prosciutto al mattino, pesce bollito e verdure scondite alla sera, bevendo sempre molta acqua e tisane. Anche in questo caso, alla lunga si riprende il peso perso e non risulta salutare.

E dunque?

Dimagrire, che significa perdere massa grassa (non liquidi o muscolo) richiede impegno e sacrificio. Non può avvenire in tempi brevi, soprattutto se i kg da perdere sono molti, e può accadere solo associando all’alimentazione, del movimento fisico regolare.
La sedentarietà non è dannosa perche non aiuta a dimagrire, è dannosa perché fa ingrassare.
E’ inoltre inutile sottoporsi a diete troppo restrittive perchè oltre ad essere poco salutare, il metabolismo rallenterebbe bloccando la perdita di peso ed in seguito si tornerà ad ingrassare pur mangiando poco. Per perdere davvero grasso corporeo occorre seguire una dieta sana, varia ed equilibrata, composta da tutti i nutrienti, nelle giuste proporzioni, come indicato nella piramide alimentare, evitando cibi troppo raffinati e pasticci come fritti, dolci e piatti pronti.
Se vi occorre davvero dimagrire, rivolgetevi ad un professionista e non lasciatevi ingannare dalle mode del momento.

10000009105.jpg

 

Annunci

One thought on “E’ il periodo delle diete LAMPO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...