Perdere peso mantenendo alta la motivazione

Gennaio è il momento dei grandi propositi, uno dei più consueti è quello di rimettersi in forma.
Si parte con tutte le migliori intenzioni e poi, alla prima difficoltà, ci si perde.
E’ un vero peccato perché da qui alla primavera/estate ci sarebbe tutto il tempo per fare le cose per bene.

Quindi, vediamo di programmare una strategia che ci accompagni e aiuti a non perdere la spinta iniziale.

La prima cosa da fare è stabilire, ragionevolmente, quanti chilogrammi si desidera perdere ed in quanto tempo.
E’ importante tenere a mente che per perdere grasso e non massa magra, in modo sano e senza effetto yo-yo, è opportuno non perdere più di mezzo chilo, un chilo a settimana.
Quindi, se si devono perdere una decina di chili, è sano pensare che lo si faccia in circa 5 mesi, senza restrizioni esagerate che vi farebbero abbandonare il progetto.

Pesati non più di una volta a settimana, stabilendo anticipatamente quale peso vorrai raggiungere in quella data, in questo modo ti porrai un traguardo da raggiungere nel breve tempo.

Se sei un sedentario, programma almeno un minimo di attività fisica giornaliera, comincia con il forzarti a camminare almeno una ventina di minuti, per poi passare a mezz’ora giornaliera.
Non attaccarti alla scusa della mancanza di tempo, il tempo si trova!
Puoi farlo di primo mattino anticipando la sveglia, oppure in pausa pranzo o la sera dopo l’ufficio. E’ una questione di salute quindi prioritaria.

Per mantenere alta la motivazione, potrebbe esserti d’aiuto il posizionare, in un punto strategico, una foto che ti ricordi il tuo punto d’arrivo, la forma fisica a cui vorresti arrivare o tornare ad avere.

Un’altro consiglio molto utile è quello di condividere i menù con il resto della famiglia, evitando di dover preparare diversi piatti e di veder mangiare pietanze a cui tu non devi accedere; se gli altri membri della famiglia non devono perdere peso potranno avere dosi più generose e/o aggiungere pane, parmigiano o condimenti ai piatti proposti.

E’ anche di forte incentivo intraprendere il percorso con un amico, utile per supportarsi nei momenti di difficoltà e per condividere consigli e miglioramenti.

Prima di iniziare la dieta consuma tutto ciò che non farà parte del tuo nuovo stile di vita ed evita di comprarne ancora.
Anche se hai bambini in casa non significava che si debbano avere a portata di mano merendine, caramelle, patatine e via discorrendo; questo è cibo spazzatura che fa male a te quanto a loro e se questa lezione viene appresa da piccoli lo sarà per sempre e gioverà per la loro salute.
Sostituisci le merendine con del buon pane e marmellata/miele o con del sano pane olio e sale e le patatine con del pop corn fatto con pochissimo olio.

Mangia 5 volte al giorno (colazione, spuntino, pranzo, spuntino e cena); anche se non ti senti affamato non saltare gli spuntini, questo ti aiuterà ad arrivare ai pasti principali con meno voracità; fai una buona colazione in modo da avvisare il tuo organismo, dopo il digiuno notturno, di non entrare in modalità “carestia” tenendo alto il metabolismo.

NON tentare di rimediare ad uno sgarro saltando il pasto o mangiando una mela, questo innesca una serie di errori che vanno a peggiorare la situazione.
Se hai mangiato male o troppo rimedia mangiando, al pasto successivo, solo proteine magre (carne bianca o 2 uova oppure pesce) con tanta verdura e bevi molto, poi torna subito al tuo piano iniziale.

Evita di mangiare fuori, se, giustamente, hai voglia di cenare con amici, invitali a casa in modo da tener sotto controllo il menù, dovessi per forza andare al ristorante opta per pesce o carne alla griglia e verdure con dell’ananas di dessert.

Se al primo controllo non dovessi aver raggiunto il risultato sperato  non ti abbattere e non mollare è probabile che ci voglia un pochino più tempo del previsto oppure che tu non abbia fatto le cose al meglio delle tue possibilità. A volte sono sufficienti piccolissimi sgarri (che piccolissimi non sono) a non farci perdere peso, prova a tenere un diario e segna proprio tutto quello che ingerisci e l’attività fisica che fai, in questo modo ti renderai conto dei possibili errori, e ricorda, se ingerisci 2000 calorie e ne bruci 1000 non puoi pretendere di dimagrire.

Ultima cosa, le intolleranze alimentari non sono così frequenti, è difficile che sia questo il problema per il quale non perdi peso, molto più probabilmente non perdi peso perché il conteggio calorico tra entrate e uscite segna sempre un più per le entrate, quindi, devono calare le calorie introdotte e aumentare quelle consumate.
Se vuoi toglierti il dubbio prova a fare un serio test per le intolleranze alimentari e molto probabilmente il risultato sarà semplicemente che per perdere peso ci vuole impegno costante, per cui forza, mettiti sotto e raggiungi i tuoi obbiettivi.

insalata-sana-e-carne-deliziosa_23-2147717002.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...