RIMEDI POST ABBUFFATA

Per quanto si tenti di fare i bravi, sappiamo che in questi giorni mangeremo troppo.

E’ importante sapere, però, che l’aumento di peso che vedremo sulla bilancia, è dovuto soprattutto a ritenzione idrica; considerazione che non deve significare mangiare senza ritegno.
I liquidi trattenuti dall’organismo, sono dovuti principalmente al grande consumo di carboidrati e pietanze molto condite e salate. Questi liquidi si potranno velocemente smaltire tornando ad un’alimentazione corretta.

Per evitare che tutto il cibo ingerito si trasformi in grasso corporeo è necessario mettere in atto alcune strategie.

Eviatare di digiunare tra un’abbuffata e l’altra. Il digiuno non è la strategia giusta per non aumentare di peso! Sarebbe un vero e proprio shock per l’organismo che porterebbe ad un’alterazione dei valori insulinici, lipidici, ormonali, enzimatici ed ematici, ottenendo più danni che altro.

Nei giorni successivi ad un’abbuffata è importante riprendere un’alimentazione regolare, equilibrata e ipocalorica, a base di frutta, verdura e proteine (carne bianca, uova, pesce…)

Tra le verdure depurative, segnaliamo: finocchi, ravanelli, scarola, radicchio, rucola, asparagi, carciofi e songino.

Tra la frutta consigliamo: ananas, mele, kiwi e arance.

Un menù corretto potrebbe essere così composto:

Al risveglio: un bicchiere d’acqua tiepida con succo di limone, che stimola la diuresi e aiuta il funzionamento del fegato.

Colazione: yogurt con due cucchiai di crusca.

Spuntino: frutta.

Pranzo: verdure e carne bianca.

Spuntino: frutta.

Cena: passato di verdura, pesce, insalata.

Per alcuni, mangiare disordinatamente significa anche avere problemi intestinali, in questo caso è utile assumere integratori di probiotici ed evitare, alcuni cibi, come: alcolici, insaccati, spezie, cavoli, spinaci, pomodori, salmone, tonno, alici, sardine, frutti di mare, crostacei, lumache, formaggi stagionati, fragole, banane e cioccolato.

Se il problema è dato dal gonfiore addominale, possono essere utili le compresse di carbone attivo, che assorbono l’eccesso di gas nel tratto intestinale.

In questi giorni di eccessi, fare movimento rappresenta un grande aiuto. La cosa migliore, per chi se la sente, sarebbe, al posto di sdraiarsi sul divano appena finito di pranzare, andare a fare una passeggiata.

Nei giorni successivi sarebbe opportuno fare attività fisica, questo per bruciare le calorie in eccesso ed eliminare le tossine.

Altro punto essenziale è bere. Bere, bere ed ancora bere; almeno due litri d’acqua al giorno, ma anche tè verde e tisane drenanti, che consentono di espellere tossine, contrastare la ritenzione idrica e accelerare il metabolismo.

come-organizzare-il-pranzo-di-natale_ba6153ff0f22e454064acf742f1ac721.jpg

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...