ECOLOGIA, BENE PER NOI E PER LA TERRA

L’attenzione per l’ambiente negli ultimi anni sta, finalmente, crescendo anche nel nostro paese, in questo senso siamo rimasti a lungo tempo fanalino di coda dell’Europa dove paesi come Germania e Svezia sono decisamente più avanti.

10000005001

Sono i cittadini stessi a ritenersi responsabili in prima persona per la salvaguardia dell’ambiente più di quanto lo siano le imprese. Infatti, Negli ultimi 10 anni sono stati introdotti e migliorati alcuni aspetti fondamentali, quali: il sistema di raccolta differenziata, la vendita di prodotti con packaging minimi o assenti e la diffusione di prodotti realizzati con materiali riciclati.

Questa trend di crescita nei confronti dell’ecologia é dato principalmente dalla comprensione che molte delle catastrofi naturali, alle quali abbiamo assistito negli ultimi anni, si sarebbero potute evitare con una maggiore attenzione nei confronti dell’ambiente e la consapevolezza crescente che le fonti energetiche tendono inevitabilmente ad esaurirsi.

I cambiamenti di pensiero sono sicuramente imputabili alla crescente informazione a proposito di tematiche quali: l’esaurimento delle risorse, lo spreco energetico, l’inquinamento atmosferico e delle acque. Il fatto di affrontare il problema già nelle scuole ha reso estremamente più consapevoli la fascia dei giovani rispetto ad adulti e anziani.

In quest’ottica assistiamo ad una sempre crescente richiesta di alimenti biologici, con conseguente nascita di vere e proprie catene alimentari dedicate, alla ricerca e sviluppo di energie rinnovabili quali i pannelli solari che sempre più spesso vediamo applicati ai tetti delle case, all’interno di molti supermercati si possono acquistare prodotti ricaricando i flaconi portati da casa, questo sia per i detersivi che per cereali e derivati, con un enorme risparmio economico e di spazio.

Piccoli e semplici passi per diventare ecologici:

  • lavare i denti in modo ecologico: dopo aver bagnato lo spazzolino é opportuno chiudere l’acqua evitando inutili sprechi, e solo dopo aver finito l’operazione, riaprire l’acqua per il tempo necessario a risciacquare denti e spazzolino.
  • Lavare i capelli, anche se avete i capelli lunghi, non occorre mezzo flacone di shampoo per lavarli, un buon metodo é quello di diluire preventivamente un cucchiaino di shampoo con dell’acqua e utilizzarlo sull’intera capigliatura, questo a vantaggio dell’ambiente e del portafoglio.
  • Pane fatto in casa: essendo fatto di solo acqua, farina e lievito, farlo in casa é un enorme risparmio e la certezza di sapere cosa si mangia. Lo stesso discorso vale per: marmellate, gelati, sciroppi, liquori, condimenti e salse, ne possiamo fare in abbondanza (con notevole risparmio energetico) ed eventualmente surgelarle.
  • Piccolo orto sul balcone: si può iniziare dalle erbe aromatiche: salvia, rosmarino, prezzemolo, basilico, menta… All’occorrenza potrete raccogliere e usare qualche fogliolina.
  • Acquisti: evitiamo di essere compulsivi, chiedendoci sempre se ci serve davvero quello che stiamo per comprare, ci aiuta a risparmiare ed evitare armadi stracolmi inutilmente. A volte si possono riciclare oggetti, strasformandoli in qualcosa di nuovo e meraviglioso… Ma se proprio non ne vedi una seconda possibilità non significa che non la veda qualcun altro.
  • Prodotti per bambini: scegli pannolini biodegradabili e compostabili, controllando sempre la certificazione (CE) dei giochi che si acquistano, e scegli giocattoli ecofriendly, realizzati con materie naturali e senza l’uso di vernici tossiche.
  • Quando devi acquistare un elettrodomestico, controlla che sia a risparmio energetico, farai del bene alla terra e al tuo portafogli; inoltre, non lasciare apparecchi in standby, usa lampadine a risparmio energetico e spegni le luci se sono sono davvero necessarie.
  • Spostarsi a piedi: eviti di inquinare, risparmi e fai molto molto bene alla tua salute.

Errori che non sappiamo di compiere:

  • Fare la doccia fa risparmiare acqua rispetto a fare il bagno ma questa non deve durare più di 8/10 minuti. La cosa migliore sarebbe spegnere l’acqua dopo essersi bagnati e riaccenderla solo per sciacquarsi.
  • É erroneo pensare di risparmiare acqua lavando i piatti a mano, il risparmio si ha con la lavastoviglie ma ragionando sul fatto che vi é anche una spesa energetica é evidente che vada fatta funzionare solo se completamente piena.
  • Prodotti schiumogeni, non significa che puliscano meglio rispetto a quelli che fanno meno schiuma, soltanto che i primi necessitano di molta acqua per essere eliminati.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...