PRODOTTI AUTOABBRONZANTI E PREVENZIONE DEI TUMORI

Aumenta la temperatura, si passa ad un abbigliamento più leggero
e si scoprono sempre più grandi porzioni di pelle… tristemente pallide.

ragazza-shorts

Per ovviare al “problema” del pallore, prima di aver avuto tempo e modo di esporsi al sole (con cautela) ed evitando di sottoporre la pelle a dannose lampade solari, si potrebbe ricorrere agli autoabbronzanti.

autoabbronzante_dreamstime

Questi prodotti sono molto in voga negli Stati Uniti, addirittura caldeggiati dalla sanità in quanto si ritiene che: più gente ricorra all’autoabbronzante, che è innocuo, meno gente farà uso di lampade UV o di esposizione al sole, che possono generare tumori cutanei. La pratica è ampiamente pubblicizzata facendo spesso riferimento a modelle, attori e personaggi famosi, come fruitori di autoabbronzanti per apparire al meglio tutelando la salute.

4634_97172890682_3547836_n-239x360

Nei centri d’abbronzatura, infatti, è comparsa la doccia autoabbronzante, una cabina che nebulizza l’autoabbronzante su tutto il corpo, dando alla pelle un colorito “abbronzato” dopo solo 10 minuti. In Italia questa pratica è ancora poco utilizzata, forse perché siamo il paese del sole, forse perché i primi prodotti entrati in commercio non erano altamente performanti o forse più semplicemente perché alcune mode da noi giungono in ritardo, certo è che trattandosi in qualche misura di un modo per tutelare la salute sarebbe opportuno conoscerne le potenzialità.

I primi autoabbronzanti erano difficili da stendere, avevano un cattivo odore e davano alla pelle un colorito poco naturale tendente al giallo, spesso a macchie. I prodotti odierni sono decisamente diversi, facili da stendere con formulazioni in crema, spray o mousse leggere, non fanno diventare giallognoli, abbronzano gradualmente e tutelano la salute della pelle.

L’aspetto fondamentale che fanno giungere al risultato sperato senza effetti collaterali, perchè agiscono solamente sulle cellule morte della pelle; per questo si potrebbero usare ogni giorno, ma in realtà sono sufficienti poche applicazioni per avere un piacevole colorito.
Il principio attivo contenuto negli autoabbronzanti è il diidrossiacetone, uno zucchero naturale che spalmato sulla pelle porta all’ossidazione delle cheratine, le proteine della pelle, che si scuriscono, senza alcun danno per l’epidermide.
È importante non confondere gli autoabbronzanti con le creme solari, a  meno che non sia esplicitamente indicato sulla confezione, le creme self tan non contengono filtri solari, quindi non proteggono dai raggi Uv emanati dal sole o dalle lampade solari. Altrettanto fondamentale, non confondere il colorito ottenuto con questo prodotto con una reale abbronzatura, il sole va preso per gradi e l’autoabbronzante non è uno di questi.
Per scegliere al meglio un autoabbronzante sarebbe opportuno guardare che contenga Spf, antietà e soprattutto principi attivi idratanti, caratteristiche utili per il benessere della pelle, è infatti sconsigliato mischiare sulla pelle più  prodotti diversi, per evitare macchie e striature nel colorito.

Per ottenere, a casa propria, un risultato perfetto sarebbe opportuno:

– Fare una doccia eliminando lo strato superiore di cellule morte, con un guanto da scrub o strofinando delicatamente del bicarbonato.

Scrub-doccia_650x435

– Asciugare la pelle tamponando delicatamente

EUCERIN-INT-SC-atopic-dermatitis-body-flare-up-12

– Versare dell’autoabbronzante sulle mani e applicarlo delicatamente in modo uniforme.

autoabbronzante

– Lavare accuratamente i palmi delle mani per evitare che si scuriscano in modo innaturale.

lavarsi_mani1

Dopo circa un’ora la pelle inizia a scurirsi, se si dovessero notare degli aloni scuri o giallastri, si può intervenire tempestivamente sfregando la pelle con mezzo limone ed eliminando completamente l’alone.

Annunci

2 thoughts on “PRODOTTI AUTOABBRONZANTI E PREVENZIONE DEI TUMORI”

  1. HO LETTO CHE GLI AUTOABBRONZANTI FANNO VENIRE I TUMORI….??DA UNA RICERCA AMERICANA …SICCOME IO LO USO VOLEVO SAPERE SE E’ VERO…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...